Marketing crosscanale

crosscanale marketing

Marketing crosscanale nella fase 2 post Covid-19

In questo periodo storico mondiale, nel quale la pandemia del Covid-19 ha fatto si che molti settori subissero gravi decadute e danni. Tra i tanti maggiormente colpiti quelli riferiti al al turismo, alla ristorazione, commercio. Atri mercati invece ne hanno giovato, su tutti il grocery o beni di largo consumo. Questa situazione sanitaria mondiale, oltre che a influenzare i mercati, ha influenzato anche le abitudine della clientela. Per questi motivi ed in questa fase li marketing si è dovuta  adattare alle nuove necessità. I marketer sono alla ricerca di nuove strategie da applicare ai vari settori sia per quelli in crescita e per quelli che subiscono grandi perdite.

Mettere quindi maggiormente le persone in contatto con le aziende, avere rapporti costanti e durevoli, accrescere il brand awareness, bisogna quindi adeguarsi al momento.

Una soluzione interessante per portare la vostra attività ad un contatto costante e diretto con la clientela è il marketing crosscanale.

Marketing crosscanale: soluzione per ogni prodotto/servizio

Oggi, vi sono direttive che creano confusione, ogni azienda si è preparata alla riapertura stravolgendo ogni forma di regola precedentemente acquisita. Si è dovuto cambiare soluzioni di promozione e di comunicazione precedentemente avviate. Cancellazione di eventi da qui a data da destinarsi, campagne video e radio, pubblicità offline e on line.

Chi ha solo negozi fisici ha iniziato a vendere mediante commerce o marketplace, chi già lo faceva prima della pandemia ha rafforzato l’investimenti per dare maggiore forza alle proprie operazioni di marketing. Ad esempio nel turismo si promuove con pacchetti ed offerte speciali, cancellazioni gratuite etc. Le regole sono cambiate in modo totale, è stato fatto nel giro di pochi giorni e molto probabilmente non torneranno più le stesse. Oggi più che mai, quindi, il contatto con il consumatore è online. Le aziende hanno a disposizione tantissimi canali che aiutano a mantenere e a rafforzare il legame con le persone.

È lì che i consumatori esprimono le loro opinioni ed è lì che le aziende devono ascoltare e incontrare le loro richieste.

Che cosa è marketing crosscanale

Il marketing crosscanale si presenta come una strategie dove l’utente viene accompagnato in ogni fase dalla conoscenza del prodotto fino all’acquisto del prodotto e questo viene fatto in modo diverso ed in ogni fase su canali diversi.

Essere presenti e coerenti sui diversi canali di comunicazione, ogni tipologia di rapporto ed ogni obiettivo predilige una scelta dei canali per: selezionare l’utente interessato ad una determinata linea o prodotto, incuriosirlo e acquisire fiducia nel brand e nel prodotto/servizio, essere a disposizione per rispondere ad ogni domanda, creare curiosità, portarlo all’acquisto nel tempo e fidelizzarlo.

Questa tipologia di marketing non significa che deve essere applicato solo ad un pubblico virtuale che termina con acquisto si vostra vetrina commerce ma può essere applicato anche ad un cliente fisico, che acquisisce fiducia e informazioni on line e acquista il prodotto in loco presso il vostro negozio.

Strumenti e piattaforme per ogni step

Nel marketing crosscanale per ogni fase vi è uno o più strumenti che per loro natura sono ideali a portare l’utente alla fase successiva; si attivano in questo modo campagne di comunicazione che partono dall’obiettivo della conoscenza di marca/prodotto per arrivare alle fasi di interesse, valutazione conversione per poi proseguire con la fidelizzazione.

Marketing crosscanale può essere riepilogato e strutturato nel seguente modo:

  • Conoscenza:  strumenti preziosissimi per farsi conoscere nonché per rafforzare l’identità del brand, vengono usati i social network, utili e necessari a creare attorno al servizio o prodotto una community unita e sempre più grande.
  • Interesse: sempre attraverso i social network, insieme a all’utilizzo di format pubblicitari come Google e Amazon, suscitano interesse nelle persone quindi esigenza di informarsi sul prodotto/servizio
  • Valutazione: una volta che l’utente conosce il prodotto o servizio e ne sta valutando l’acquisto, è cosa certa che ne valuterà le caratteristiche anche raggiungendo altri canali e concorrenti disponibili online. Se si è creata nel tempo una buona fiducia nel brand o prodotto mediante interesse acquisito si procederà alla conversione.
  • Conversione: la fase che più piace alle aziende. I clienti raggiungono il vostro portale e.commerce o negozio in città, l’utente vi raggiungere e acquista il vostro prodotto. Si evidenzia il successo delle varie operazioni e si spiana il terreno per il futuro.
  • Fidelizzazione: una volta conquistato il cliente, bisogna riuscire a mantenerlo tale, per questo l’attività di invio newsletter, campagne di remarketing su Google ed azioni di community sui social sono necessari al fine si trattenere l’utente e garantirsene una continuità d’acquisto del proprio prodotto.

Una strategia per ogni obiettivo

Vi sono canali più utilizzati per un determinato gruppo di prodotti o servizi, mentre ce ne sono altri canali per altri prodotti/servizi, tutti hanno caratteristiche e peculiarità diverse ma sono necessari per un incremento e acquisizione di fiducia per portare l’utente alla fase d’acquisto: quindi puoi vendere attraverso i social e puoi far conoscere il tuo prodotto o servizio su Google grazie alle inserzioni o all’attività SEO, all’uso dei banner posizionati su specifici siti in target, così come puoi fidelizzare un consumatore direttamente su Amazon; ogni strumento per un determinato obiettivo.

Adesso sta a voi decidere quale strategia intraprendere, quali canali utilizzare e quali sono quelli più indicati per poter raggiungere la vostra tipologia di clientela.
Se avete problemi nel ripartire in questa fase post-pandemia, potrete contattarci per una consulenza gratuita per intraprendere una strategie mirata e precisa.
Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.